BLOG - DELTACASE

Come prendersi cura della Magnolia

Caratteristiche

Data pubblicazione 15/09/2014

Un giardino è ricco e splendente grazie alla presenza della Magnolia, una delle piante che si vedono maggiormente nei nostri giardini. Soprattutto durante il periodo primaverile è possibile ammirare in tutta la sua bellezza, questa pianta arbustiva dai colori e dei profumi intensi.

La magnolia appartiene alla famiglia delle Magnoliacee, le sue origini sono asiatiche o del centro America e grazie alle latitudini simili è molto popolare anche in Italia. Coltivare questa pianta non è assolutamente difficile basta capire che può essere coltivata in piena terra o in vaso.
Le cure richieste non sono eccessive e non è nemmeno necessario un abbondante fioritura per i primi anni di vita. Con il passare del tempo le esigenze della pianta cambieranno e il bisogno dell’acqua sarà praticamente nulla. Questa pianta propone una crescita molto lenta ed è disponibile in 80 specie diverse.

Riconoscere la Magnolia è molto semplice sia per la fioritura profumata e grande, pensate, che ogni gruppo di fiori nasce con 6 petali in ogni fiore. La specie più conosciuta in Italia è la Magnolia Grandiflora, posizionata a terra questa versione può raggiungere anche i 6 metri di altezza nel periodo di fioritura.

Trova il suo habitat naturale in giardini di medie dimensioni, dove dovrà essere posizionata in zone riparate per evitare le gelate invernali. La coltivazione in vaso è la scelta migliore per apprezzare al massimo i profumi e i colori, ricordate di procedere con l’acquisto durante la stagione primaverile nella sua piena fioritura per godere appieno della sua bellezza.
Considerate che una magnolia già fiorita ha almeno qualche anno di età e solitamente, non avrà un grande bisogno di cure ma potrà essere collocata in un luogo riparato e senza esposizione diretta ai raggi del sole. Evitate gli eccessi idrici che portano al marciume delle radici.

Fotogallery

zoom

 » Come prendersi cura della Magnolia